I libri di Auto-Aiuto servono?


Volevo condividere con voi l’argomento dei libri di auto-aiuto, ne ho letti veramente tanti e sono preparatissima sull’argomento 😉
Chi ha letto anche uno di questi libri sa qual’ è la sensazione che si prova immediatamente: certezza, speranza, felicità, entusiasmo, libertà, potere! Si il potere di riuscire a realizzare tutto quello si vuole, e in fondo questo è quello che ti promettono questi libri. Vorrei però analizzarli meglio e prima di tutto suddividerli in tre categorie:
1. Libri fondati sulla PNL o Programmazione Neuro Linguistica;
2. Libri basati sulla gratitudine;
3. Libri ispirati dalla legge quantica.
Quello che accomuna le tre le categorie è che tutte inducono il lettore ad essere positivo SEMPRE, a credere fortemente nei propri desideri, a fare degli esercizi ritenuti fondamentali per ottenere il risultato desiderato e raggiungere il prima possibile il proprio obiettivo. Effettivamente l’esercizio è parte fondamentale di ogni teoria, questo perché il cervello umano ha bisogno di continuo allenamento per poter svolgere in automatico un determinato comando. Personalmente li ho provati tutti, ho letto i libri di PNL di Alessio Roberti, Roberto Re e Roberto Cerè; quelli spirituali di Joe Vitale e le teorie quantistiche di Vincenzo Fanelli e Melissa Joy Jonsson. Tutti bellissimi! Tutti aiutano ad avere una visione positiva della vita, non esiste un migliore o peggiore perché a parer mio sono in qualche modo tutti collegati fra loro. Gli esercizi di PNL ti rendono una persona più sicura in generale, ti possono aiutare in tutte le fasi della tua vita, nel lavoro, nella vita sociale, in amore. Se conosciamo il funzionamento della nostra mente da un punto di vista quantico, capiamo noi stessi nel profondo e come funziona il cervello umano e infine la gratitudine che è alla base dei libri esoterici ci danno la consapevolezza del valore quotidiano, inizi ad amare la tua vita nel qui ed ora. Ci facciamo tante domande quotidianamente, abbiamo voglia di cambiare, di porci degli obietti, e allora cosa aspettiamo? Tra i nostri tanti romanzi, non deve mai mancare almeno un libro di auto-aiuto perché può darci una spinta a fare sempre meglio. Voi ne avete letto qualcuno? E vi è servito leggerlo?
Sonia